Cosa è

La Comunità Socio Sanitaria è un servizio residenziale sostitutivo del nucleo familiare o, comunque, di supporto nelle situazioni in cui non risulta più possibile per la famiglia occuparsi adeguatamente del congiunto disabile. È un servizio residenziale di piccole dimensioni, attualmente capace di accogliere 9 persone, fortemente integrato nel tessuto urbano ed organizzato con l’obiettivo di riprodurre contesti di convivenza familiare.

La Comunità socio sanitaria per disabili è un Servizio presente a Cremona dal 1988. La struttura è di proprietà del Comune di Cremona; la titolarità del servizio è della Azienda Speciale Comunale Cremona Solidale; la gestione è affidata a Cooperativa.

La comunità Socio Sanitaria per disabili accoglie persone gravemente disabili che hanno necessità di sostituire, temporaneamente o definitivamente, il  nucleo familiare. Garantisce agli ospiti interventi socio-assistenziali, educativi-animativi, riabilitativi, sanitari, sostegno relazionale, opportunità di  integrazione sociale, un clima di serenità e, ove possibile,  stretti rapporti con la famiglia d’origine, la rete parentale, amicale e del volontariato.

Sono ammessi solo i residenti nel territorio della Regione Lombardia.

La Comunità è situata in via Cattaro,1 a Cremona, e può ospitare un massimo di otto persone,  più una nei casi di Pronto Intervento, sollievo o inserimento socio assistenziale di comunità alloggio e funziona per 365 giorni l’anno.

Cosa offre

La Comunità garantisce:

  • Servizi alla persona
  • Servizi educativi/animativi e di socializzazione
  • Servizi di trasporto
  • Servizi di riabilitazione neuromotoria
  • Servizi di riabilitazione cognitiva
  • Prestazioni sanitarie
  • Attività alberghiere

Quanto costa

Il Servizio è a pagamento e la retta è determinata annualmente dal Consiglio di Amministrazione aziendale, su mandato del Comune di Cremona.

La retta è parzialmente a carico dell’utente e parzialmente a carico del Comune di residenza sulla base della capacità economica dell’ospite stesso.

Per il 2019 (da febbraio)

CSS – utenti che frequentano esclusivamente la CSS (compresi pronto intervento e inserimenti di sollievo) a retta è la seguente: € 149,60

CSS – utenti che frequentano anche altre strutture diurne € 119,80

La retta per l’inserimento in CSS viene integrata dal Voucher seguente:

Profili voucher alta complessità 3

(cl 1 e 2)

voucher critico 2

(cl 3 e 4)

voucher base 1

(cl 5)

Voucher € 20.75 € 15.55 € 12.10

Il voucher è destinato alla persona disabile che, ospite della CSS accreditata, può acquistare dalla struttura dove risiede prestazioni socio sanitarie di lungoassistenza.

L’assegnazione di voucher socio sanitario di lungoassistenza rende comunque possibile, per il beneficiario, l’accesso ad altre unità d’offerta semiresidenziali del sistema socio sanitario o del sistema sociale.

In caso di necessità assistenziali contingenti e riconducibili al sistema delle cure domiciliari (ADI, cure estemporanee ecc), pur in presenza di voucher di lungoassistenza, può essere valutata dalla ex ASL la possibilità di una contemporanea erogazione di voucher socio sanitario. L’assegnazione del voucher non comporta la cancellazione dei beneficiari dal SSR, i quali pertanto continueranno a ricevere tramite il SSR le prestazioni del medico di medicina generale, l’assistenza farmaceutica, protesica e specialistica, ivi compresa la riabilitazione funzionale.

La Comunità alloggio accreditata rileva, con la scheda SIDI, il profilo di fragilità della persona disabile che presenta necessità di prestazioni socio sanitarie di lungoassistenza.

L’equipe degli operatori, in collaborazione con il medico di medicina generale dell’utente e con e il responsabile della comunità, visto il livello di fragilità della persona disabile, predispone il progetto individualizzato nel quale, tra l’altro, vengono definite le tipologie di prestazioni da rendere (di assistenza diretta alla persona, infermieristiche, riabilitative e socio riabilitative…) e la loro frequenza di erogazione.

La retta NON comprende le spese per l’acquisto di beni e servizi di uso personale (capi di abbigliamento, parrucchiera, spese per tempo libero, ecc.) e la quota alberghiera relativa alle vacanze e ai soggiorni climatici.

Per i progetti di Pronto Intervento, di Sollievo, di ammissione al posto di Comunità alloggio, non sono previsti voucher ad integrazione della retta.

A chi chiedere informazioni

Per informazioni circa il funzionamento del Servizio, nonché per prenotare visite guidate, è possibile rivolgersi:

  • al Coordinatore Sociale Azienda: tel 0372 533511 – mail coordinatore.sociale@cremonasolidale.it
  • al Coordinatore di CSS: tel 0372 31620 – mail css.azienda.cr@societadoce.it.

La domanda di ammissione inoltrata al settore Servizi Sociali del Comune di Cremona viene sottoposta alla valutazione dell’Azienda che verifica l’appropriatezza della richiesta e definisce le modalità di inserimento.

 

 


Seguici