L’Azienda Speciale Comunale Cremona Solidale è un ente pubblico economico con personalità giuridica

L’Azienda è stata costituita allo scopo di  realizzare e gestire servizi alla persona, alla famiglia ed alla comunità, mediante interventi mirati alla promozione, mantenimento e recupero del benessere ed al pieno sviluppo delle persone, nell’ambito dei rapporti familiari e sociali, coerentemente con i principi costituzionali della solidarietà, della sussidiarietà, della partecipazione e del rispetto dei diritti umani

Le sue finalità si realizzano nei settori dell’assistenza sociale e socio sanitaria e dell’educazione per la contemporanea presenza all’interno dell’Azienda di:

  • una clinica della riabilitazione:  per il recupero fisico delle persone, in particolare anziane, a seguito di esiti invalidanti di varie patologie e ricoveri ospedalieri
  • ambulatori e servizi specialistici: per il presidio sanitario degli ospiti ed a disposizione di tutti i cittadini per analisi,  radiologia, geriatria,  fisiatria, fisiokinesiterapia, podologia, etc.
  • quattro residenze sanitarie assistenziali – RSA (collocate nei Presidi Mainardi, Somenzi ed Azzolini): per accogliere anziani ultrasessantacinquenni totalmente non autosufficienti
  • una comunità alloggio anziani (Duemiglia): per accogliere anche temporaneamente anziani ultrasessantacinquenni autosufficienti e parzialmente autosufficienti
  • quattro centri diurni per anziani (due in città; due presso la sede di via Brescia): per accogliere durante il giorno anziani ultrasessantacinquenni autosufficienti e parzialmente autosufficienti
  • un servizio di assistenza domiciliare integrata – ADI: per assistere persone a loro domicilio con operatori sanitari (infermieri; fisioterapisti; etc.) professionalmente qualificati in stretto rapporto con il medico di medicina generale, l’ATS Val Padana, il SAD e gli altri servizi complementari
  • un servizio di assistenza a domicilio per anziani – RSA Aperta: per assistere anziani  con operatori  professionalmente qualificati (ausiliari; educatori; psicologi; etc.) all’interno del contesto abitativo come supporto, aiuto e formazione dei familiari o care giver
  • tre centri diurni disabili (Tofane, Mincio e Platani): per accogliere durante il giorno disabili gravi  maggiorenni per prolungare il più possibile la loro permanenza nel nucleo famigliare
  • una comunità socio sanitaria (Cattaro): per accogliere anche temporaneamente persone adulte con grave disabilità prive del sostegno familiare.

Un raro esempio in Lombardia di integrazione e continuità assistenziale garantita tutti i giorni ai cittadini di Cremona e del territorio

Il Comune di Cremona determina gli indirizzi strategici cui l’Azienda deve attenersi nell’espletamento delle proprie attività gestionali

Seguici